Giornate strapiene

Ragazzi, buongiorno…

In questi giorni tra il lavoro, la stanchezza le 10000 cose da fare non riesco a stare dietro al blog.

O meglio, ci sto dietro ma sto cercando ancora di capire come mai gli ” annunci” non si vedono.

Ho anche deciso di scrivere un libro ” tutti i rincoglioniti sono intorno a me” o qualcosa del genere, perché sono praticamente circondata da rincoglioniti… Sono accette anche nuove idee.

Vi racconto questa storia, tratto da una storia vera eh. Falsifico i nomi

Sabato alla festa di mio fratello:

Stava a vantarsi che lui il giorno dopo alla grigliata che avrebbe fatto a casa nostra beve alcool, che torna a casa strisciando bla bla, tutto normale, peccato che ha 15 anni ed eravamo a tavola con i parenti e nessuno dice nulla…TUTTO NORMALE.

A una certa lo guardo e gli dico:” guarda *****( nome), non prendete l’alcool che se per caso qualcuno dovesse stare male sai la mamma in che casini andrebbe? “

E così mio fratello, ovviamente, ha incominciato a insultarmi ecc, io ovviamente glielo dico che a me frega nulla non sono di certo fatti miei, ( penso sia normale dire una cosa così), niente lui continua a brontolare bla bla bla, ad una certa dice:” tu al tuo 18 esimo sei tornata ubriaca” ( si a 18 anni). Così glielo dico, cercando di spiegargli che l’alcool è vietato ai minorenni.

In quel momento, si gira mia zia, lo guarda e gli dice a mio fratello : ” **** fai quello intelligente, non rispondergli più”.

Cosaaaaaaaa?

Cosaaaaaaaa?

Non ho capito, ora è colpa mia??????? E colpa mia che a differenza degli altri lo educo?????

Così, mi incazzo, mi alzo dalla tavola e vado a piangere in camera mia dal nervoso, perché poi mia zia di 50 anni continuava poi mia brontolare che io rovino le feste…

Cosa assolutamente non vera, ma va beh… Ok … Devo assecondarlo come fanno tutti così che cresce un delinquente.

Dovevo dirgli ” bravooo, bevi tutto quello che c’è sul bancone delle birre dell’ Esselunga”, o ” tesoro te lo vado a prendere io”

E niente, sono circondata da rincoglioniti

15 pensieri riguardo “Giornate strapiene

  1. ce ne sono fin troppi di questi casi in giro, poi si lamentano che i giovani di oggi crescono delinquenti, si danno appuntamento sui social per ammazzarsi di botte. Per forza se li educano ad alcool e libertà totale cosa ne può venir fuori? Tu fai bene ad incazzarti con lui, ma ovviamente non dovrebbe essere solo tua la responsabilità di portarlo sulla retta via….

    Piace a 1 persona

  2. 🤣🤣 io da anni combatto con qualcosa di opposto: una famiglia bigotta!! Ma c’è un rimedio a tutto! Basta non identificarsi con la propria famiglia, ognuno di noi capita in una famiglia che l’universo ha scelto per lui per aiutarlo a trovare la versione migliore di se stesso! Approfitta di queste discrepanze per conoscere a fondo te stessa e non prenderli troppo sul serio, soprattutto ciò che dicono, infondo sono solo parole 😉🥰

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...